Shock | Droga la moglie e la fa violentare da 83 uomini

0

In una storia scioccante che ha sconvolto la Francia, un uomo è accusato di aver drogato la moglie per dieci anni, permettendo a 83 uomini di abusare di lei. Secondo quanto riportato dai media britannici e francesi, l’uomo avrebbe somministrato alla moglie il Lorazepam, un potente ansiolitico, durante i pasti, prima di far entrare gli stupratori in casa.

L’accusato, noto come Dominique, era già noto alle forze dell’ordine per aver filmato sotto le gonne delle clienti di un supermercato. Durante una perquisizione della sua abitazione in Provenza, la polizia ha scoperto decine di video su una chiavetta USB, all’interno di un file chiamato “ABUSI”.

Dominique avrebbe reclutato gli aggressori attraverso un forum online francese dedicato alle violenze compiute all’insaputa dei partner. Nel 2021, 33 dei 83 stupratori identificati erano già stati arrestati. Gli investigatori ritengono che gli uomini fossero consapevoli del fatto che la donna fosse stata drogata.

Dominique rischia fino a 20 anni di carcere per vari capi d’accusa, tra cui violenza e stupro. Gli 83 aggressori, di età compresa tra 24 e 71 anni, sono accusati di voyeurismo aggravato dallo stupro. Alcuni avvocati difensori sostengono che i loro clienti non fossero a conoscenza del fatto che la donna non fosse consenziente.

Un Decennio di Terrore

Per dieci anni, una donna francese è stata drogata e violentata da 83 uomini diversi, in una storia che ha sconvolto la nazione e il mondo. Come è stato possibile che un tale orrore si sia protratto per così tanto tempo senza essere scoperto?

Il Ruolo dei Forum Online

Il caso solleva interrogativi inquietanti sul ruolo dei forum online nel facilitare crimini orribili. Come possono le autorità monitorare e prevenire l’abuso di queste piattaforme per scopi criminali?

La Difesa degli Aggressori

Alcuni avvocati difensori sostengono che i loro clienti non fossero a conoscenza del fatto che la donna non fosse consenziente. Questo solleva la questione della responsabilità in situazioni in cui il consenso può essere manipolato o indotto attraverso l’uso di droghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *